News‎ > ‎

28/12/2010 - Avviate le attività per la realizzazione di uno strumento di pianificazione culturale

pubblicato 11 lug 2012, 02:19 da Parsjad Parsjad

Il progetto PArSJAd prevede la definizione di un Metaprogetto di pianificazione culturale e territoriale del Parco Archeologico dell'Alto Adriatico, avvalendosi della collaborazione di un gruppo di studio costituito da docenti dell'Università Ca' Foscari Venezia, dell'Università IUAV di Venezia e dell'Università degli Studi di Padova. Il 28/12/2010 l'UC Progetti Strategici e Politiche Comunitarie ha sottoscritto 3 convenzioni con i Rettori dei rispettivi Istituti Universitari, dando così avvio alle attività di analisi del contesto di riferimento: l'obiettivo finale è la realizzazione di uno strumento di piano utile per i diversi livelli di governo e per le amministrazioni locali, ai fini di una valorizzazione del territorio secondo una prospettiva integrata ma soprattutto innovativa. Il Metaprogetto infatti vuole essere uno strumento complementare agli strumenti pianificatori esistenti, che comprenda in sè i profili urbanistici, ambientali, paesaggistici e culturali e che supporti l'interpretazione dell'offerta archeologica quale leva per la valorizzazione e lo sviluppo sostenibile del territorio.

Gli interventi di ricerca, analisi e studio delle 3 università si inseriscono all'interno della fascia costiera compresa tra Ravenna e l'Istria, definita dal progetto PArSIAd in un'ottica transfrontaliera. In ambito veneto sono state individuate le seguenti zone:

  • laguna e costa settentrionale (Jesolo, Eraclea, Concordia Sagittaria, Caorle, Portogruaro) per l'età tardo-antica-altomedievale e tardomedievale;
  • Altino per l'età romana;
  • Adria, Ariano Polesine e il Basso Polesine per l'età preromana

L'incarico ai 3 Istituti Universitari scade il 28/06/2012.

Comments