News

 

Pubblicato il libro "Archeologia e paesaggio nell'area costiera veneta"

pubblicato 19 mar 2014, 15:08 da Parsjad Parsjad   [ aggiornato in data 20 mar 2014, 05:23 ]

Il volume Archeologia e paesaggio nell’area costiera veneta: conoscenza, partecipazione e valorizzazione illustra i risultati della ricerca denominata “Metaprogetto” che ha portato alla definizione e all’uso di strumenti di pianificazione integrata per lo sviluppo del territorio a partire dalle sue potenzialità archeologiche e, più in generale, culturali e paesaggistiche di cui l’area costiera adriatica è particolarmente ricca.

La visione multisettoriale e multidisciplinare dell'indagine offre una metodologia innovativa a supporto della pianificazione per pubbliche amministrazioni e addetti ai lavori. Sono raccolte una quarantina di esperienze di buone prassi gestionali nell’ambito dei beni culturali e archeologici, utili spunti pratici per altre sperimentazioni locali.

La ricerca, coordinata dalla Regione del Veneto, è stata sviluppata da un gruppo interdisciplinare composto dall’Università di Padova – Dipartimento di Geoscienze, dall’Università Ca’ Foscari di Venezia – Dipartimento di Studi umanistici e Dipartimento di Management, dall’Università Iuav di Venezia – Dipartimento di Progettazione e pianificazione in ambiti complessi, con la collaborazione dei diversi uffici regionali dei settori coinvolti.

Sommario

Finito di stampare a novembre 2013 per i tipi di Biblos, il libro, corredato da foto, schede e grafici e da un’ampia bibliografia scientifica, è strutturato in 4 capitoli:

  1. Depotenziare il potenziale? Dalla tutela del sito alla tutela del paesaggio. Nuovi approcci nel riconoscimento e nell’analisi della risorsa archeologica territoriale
  2. Paesaggi antichi e potenziale archeologico
  3. Problematiche e opportunità manageriali per la valorizzazione del patrimonio archeologico
  4. Comunità di progetto nell’Altinate. Un’esperienza di pianificazione culturale a valenza archeologica

 Altre caratteristiche

  • 140 pagine
  • Autori: Tiziano Abbà, Moreno Baccichet, Silvia Cadamuro, Elisa Corrò, Alessandro Fontana, Sauro Gelichi, Davide Longhi, Cecilia Moine, Paolo Mozzi, Claudio Negrelli, Andrea Ninfo, Fabrizio Panozzo, Domenico Patassini, Sandra Primon, Lara Sabbionesi
  • Testi in italiano e sloveno
  • Progetto grafico, impaginazione, stampa ed. cartacea: Biblos
  • Coordinamento generale e Segreteria di redazione: Regione del Veneto – Dipartimento Cultura, Settore Progetti strategici e Politiche comunitarie
  • Coordinamento scientifico: Sauro Gelichi (Università Ca’ Foscari di Venezia – Dipartimento di Studi umanistici), Paolo Mozzi (Università di Padova – Dipartimento di Geoscienze), Fabrizio Panozzo (Università Ca’ Foscari di Venezia – Dipartimento di Management), Domenico Patassini e Matelda Rheo (Università Iuav di Venezia – Dipartimento di Progettazione e pianificazione in ambiti complessi)
Formati disponibili e download

Convegno “Archeologia, territorio, cultura: verso il Parco archeologico dell’Alto Adriatico"

pubblicato 13 mar 2014, 08:40 da Parsjad Parsjad   [ aggiornato in data 13 mar 2014, 08:52 ]

Giornata di studi il 19 marzo a Venezia. Iscrizioni entro il 18 marzo
Il convegno "Archeologia, territorio, cultura: verso il Parco archeologico dell'Alto Adriatico" intende fornire, in particolare ad amministratori locali e operatori del settore culturale, strumenti di pianificazione territoriale e di gestione dei beni storico-culturali e paesaggistici, attraverso una fruizione più incisiva e mirata dei beni archeologici.
Nel corso della giornata di studi, partendo dall’esperienza di PArSJAd, verranno presentati i risultati del percorso di ricerca denominato Metaprogetto sviluppato dalle università di Padova, di Ca’ Foscari e Iuav.
Al termine sarà consegnato in anteprima ai partecipanti il volume Archeologia e paesaggio nell’area costiera veneta: conoscenza, partecipazione e valorizzazione che condensa in 140 pagine ricche di esempi pratici i risultati della ricerca.
La partecipazione è gratuita.

Quando: mercoledì 19 marzo a Venezia, orario 9.15 – 13.30 e 14.45 – 17.00

Iscrizioni: on line entro le 13.00 di martedì 18 marzo

Sede del convegno:
Palazzo della Regione (ex Grandi Stazioni), Cannaregio, 23 - Venezia
Sala Polifunzionale (primo piano)

Pubblicato il libro "Didattica museale in archeologia"

pubblicato 25 feb 2014, 05:30 da Parsjad Parsjad   [ aggiornato in data 25 feb 2014, 05:33 ]

Didattica museale in archeologia è il libro di Margherita Bolla pubblicato dalla Regione del Veneto attraverso i finanziamenti del Progetto “Parco Archeologico dell’alto Adriatico – Parsjad”.
La pubblicazione raccoglie, attraverso schede di attività e laboratori didattici, le principali esperienze e buone prassi nella didattica archeologica nella logica di rendere musei, siti e aree archeologiche sempre più accessibili ai cittadini, al visitatore, al turista.
Uno strumento di lavoro pensato per gli operatori del settore e scaricabile a questo link.

e-novice PArSJAd 13.12.2012 a cura del NARODNI MUZEJ SLOVENIJE Arheološki park Ad Pirum

pubblicato 27 mag 2013, 00:09 da Parsjad Parsjad   [ aggiornato in data 27 mag 2013, 00:20 ]

IL DISBOSCAMENTO HA RIVELATO I RUDERI IMPONENTI DELLA FORTEZZA OFFRENDO UNO SQUARCIO NELL'ANTICA PERCEZIONE DELLO SPAZIO

Dal 17.9.2012 al 5.10.2012 nell’area della fortezza Ad Pirum (Hrušica presso Podkraj, numero di iscrizione del patrimonio 535) si è effettuato l’intervento di taglio della vegetazione che, dopo decenni, ha nuovamente scoperto gli imponenti ruderi dell’antica fortezza e dell’antica percezione dello spazio. Ora lo sguardo dalla fortezza può spaziare da Postumia, le vette che circondano la conca di Postumia fino a Snežnik.

continua...

CON 170 KILOMETRI ORARI LUNGO IL LIMES TEDESCO

Ad ottobre abbiamo organizzato una visita di studio dei resti del Limes alto germanico e della recessione. Nel 2005 la parte tedesca è stata iscritta nella lista del Patrimonio Mondiale dell’Unesco. Il percorso di studio si è prefissato quattro intenti: visita e valutazione delle opere di presentazione, organizzazione del sito, reperimento delle informazioni riguardo alla gestione dei siti e valutazione dell’esperienza dal punto di vista del turista o del visitatore.

continua...

TAVOLA ROTONDA »VIVERE COL, NEL, DEL PATRIMONIO«

La tavola rotonda, dal significativo titolo, è stata organizzata nell'ambito delle Giornate europee del patrimonio culturale che quest'anno si sono svolte sotto lo slogan »L'esperienza del patrimonio«. Ci siamo chiesti quali esperienze si possano ricavare vivendo con il patrimonio culturale - o forse vivendo direttamente in una costruzione protetta come un patrimonio culturale? È possibile (soprav)vivere del patrimonio culturale?

continua...

LE VISITE GUIDATE RICOMINCIANO NUOVAMENTE IN PRIMAVERA

Tipiche dei parchi archeologici sono le attività, legate alla stagione estiva. Hrušica si trova a 900 l.s.m. ed è caratterizzata da un clima rigido con temperature invernali basse e prime nevicate precoci, perciò anche qui le attività d’inverno si interrompono. Le visite guidate e i workshop di sabato ricominciano nuovamente in primavera. 

PROGETTO PArSJAd PROROGATO FINO AL 31.12.2013

Siamo riusciti a prorogare il progetto fino al 31.12.2013. Originariamente, la conclusione del progetto era prevista per il 31.3.2013, a causa di diverse complicazioni che hanno rallentato l’adempimento degli obiettivi stabiliti al livello dell’intero progetto, i diversi partner invece hanno proposto la proroga.

e-novice PArSJAd 26.10.2012 a cura del NARODNI MUZEJ SLOVENIJE Arheološki park Ad Pirum

pubblicato 24 mag 2013, 04:55 da Parsjad Parsjad   [ aggiornato in data 10 giu 2013, 07:10 ]

INSIEME AGLI ABITANTI DEL LUOGO ABBIAMO RIPULITO IL MURAGLIONE LUNGO IL PERCORSO DEL NUOVO SENTIERO ARCHEOLOGICO

In primavera, in collaborazione con la Società Alpina di Križna Gora, con l'istituto Ivan Michler e con gli abitanti della Comunità locale di Podkraj, abbiamo ripulito, nell'ambito di un'iniziativa di volontariato, la zona del muraglione a sud della fortezza, dove troverà sede il sentiero archeologico. La fascia di terreno ripulita, lunga 400m e larga 10m, ha dato alla luce reperti di un muraglione tardo-antico e di svariate torri, che facevano parte della struttura tardo-antica di Claustra Alpium Iuliarum. La vista dell'area è ora veramente spettacolare...

continua...

VISITE GUIDATE GRATUITE ATTRAVERSO IL PARCO ARCHEOLOGICO

Siete invitati agli eventi gratuiti organizzati a Hrušica, dove, già da maggio, ogni secondo e quarto sabato del mese, tra le 16:00 e le 18:00 hanno luogo visite guidate della fortezza e della sala espositiva. Troverete inoltre una bancarella archeologica, presso la quale i visitatori hanno modo di guardare e di toccare di persona l'equipaggiamento di un guerriero romano. 

continua...

ABBIAMO COMPLETATO LA RICOSTRUZIONE DIGITALE DELLA FORTEZZA

Sulla base dello studio delle proposte scientifiche, abbiamo completato la ricostruzione digitale della fortezza tardo-antica di Hrušica. Siete invitati a prendere visione del film (3 min) che mostra la ricostruzione della fortezza. Stiamo inoltre preparando una visita interattiva, che consentirà al visitatore la visita indipendente e l'analisi della fortezza.

continua...

A HRUŠICA ABITERA' PIRIUS ALPIUS HRUSCUS!

Più di trenta proposte sono giunte in risposta al concorso, organizzato dal Museo nazionale di Slovenia, indetto per scegliere il nome della mascotte del Parco archeologico Ad Pirum.

continua... 

11/07/2012 Relazione Ariano nel Polesine

pubblicato 11 lug 2012, 04:58 da Parsjad Parsjad   [ aggiornato in data 13 set 2012, 00:32 ]

dott.ssa Elisa Corrò

24/05/2012 - Al via il Laboratorio Partecipato di archeologia del paesaggio

pubblicato 11 lug 2012, 02:25 da Parsjad Parsjad   [ aggiornato in data 24 ago 2012, 00:43 ]

Nell'ambito delle attività del Metaprogetto di pianificazione culturale e di valorizzazione archeologica, la Regione del Veneto in collaborazione con l'Università Ca' Foscari di Venezia, l'Università degli Studi di Padova e l'Università Iuav di Venezia ha organizzato un Laboratorio partecipato di archeologia del paesaggio, finalizzato al riconoscimento dei valori dell'archeologia e del paesaggio, attraverso l'integrazione tra memoria storica locale e conoscenze tecniche dei professionisti. Cogliendo anche l'occasione della redazione del Piano di Assetto Territoriale (PAT), si è individuato il Comune di Quarto d'Altino, che presenta un patrimonio archeologico tra i più importanti del Veneto, per sperimentare un'attività a supporto della pianificazione culturale, connotata da una forte componente partecipativa delle popolazioni locali. Al laboratorio infatti, che si articolerà in 4 incontri e 2 escursioni guidate sul territorio, sono invitati in particolar modo i cittadini altinati che, coordinati dall'Università Iuav, contribuiranno attivamente alla costruzione di una mappa della comunità, basata sui valori identitari del territorio da essi riconosciuti, e di un documento sulla qualità e sulla progettazione dei valori archeologici di Altino. 

Il Laboratorio sarà preceduto da un incontro di presentazione che si terrà venerdì 25 maggio, ore 19.30 al Centro Sociale di Altino, presso il Museo Archeologico Nazionale di Altino: saranno presenti Silvia Conte, Sindaca del Comune di Quarto d'Altino, Clara Peranetti, Dirigente dell'UC Progetti Strategici e Politiche Comunitarie, e Domenico Patassini, Università Iuav di Venezia.

Calendario degli incontri:

  • letture del territorio: sabato 26 maggio e sabato 9 giugno;
  • escursioni: domenica 17 e 24 giugno;
  • chiusura dei lavori: sabato 30 giugno e domenica 1° luglio.

Scarica il programma completo: pieghevole laboratorio (file pdf 1449KB)

Il laboratorio è aperto a tutti.

Per informazioni:
0434/76381 - 340/8645094
moreno.baccichet@iuav.it

26/07/2011 - Presentato il progetto a Palazzo Balbi

pubblicato 11 lug 2012, 02:23 da Parsjad Parsjad   [ aggiornato in data 24 ago 2012, 00:45 ]

Il giorno 26/07/2011 si è tenuta a Palazzo Balbi una conferenza stampa di presentazione del progetto PArSJAd, presieduta dal vicepresidente e assessore alla cultura della Regione del Veneto Marino Zorzato. In presenza di giornalisti e dei partner di progetto sono internevute Clara Peranetti, in qualità di team manager di progetto e a nome della parte italiana, e Irena Lazar, team manager dell'Università del Litorale - Centro di Ricerche Scientifiche di Capodistria /Univerza na Primorskem - Znanstveno-raziskovalno središče Koper, per conto della parte slovena.
Nel corso della giornata si è insediato inoltre il Comitato di Progetto, costituito dai team manager di ciascun partner, e si è svolta la quarta riunione di Partenariato.

15/07/2011 - Sottoscritto un contratto di collaborazione coordinata continuativa per attività di traduzione

pubblicato 11 lug 2012, 02:21 da Parsjad Parsjad

Poichè le lingue ufficiali del Programma per la Cooperazione Transfrontaliera Italia-Slovenia sono l'italiano e lo sloveno, l'UC Progetti Strategici e Politiche Comunitarie ha provveduto ad assumere una figura professionale per attività di supporto linguistico al Team Manager, come previsto dal WP1, Coordinamento e gestione, del Progetto. Con Decreto del Dirigente n. 15 del 14/07/2011 è stata pubblicata la graduatoria della procedura comparativa per curricula e colloquio per l'individuazione di n. 1 collaboratore coordinato e continuativo per lo svolgimento di attività di traduzione dall'italiano allo sloveno e viceversa, scaduta il 04/07/2011. Il giorno 15/07/2011 la vincitrice, Laura Sgubin, ha sottoscritto il contratto per una durata di 21 mesi.

14/07/2011 - Avviate le attività di inventariazione, catalogazione e digitalizzazione

pubblicato 11 lug 2012, 02:20 da Parsjad Parsjad

Il giorno 14/07/2011 i primi 5 candidati della graduatoria definita con Decreto del Dirigente dell'UC Progetti Strategici e Politiche Comunitarie n. 25 del 30/12/2010, Raffaella Bortolin, Diego Calaon, Vincenzo Gobbo, Elena Natali e Maricarmen Pepe, hanno sottoscritto i rispettivi contratti di incarico di collaborazione coordinata continuativa, finanziati nell'ambito del progetto PArSJAd. Si sono così avviate le attività di catalogazione, inventariazione e digitalizzazione di materiale archeologico depositato presso il Museo Archeologico Nazionale di Adria (RO), il Museo Archeologico Nazionale di Altino (VE) e il Museo Civico di Concordia Sagittaria (VE). Alcune attività saranno svolte direttamente presso la sede della Soprintendenza per i Beni Archeologici del Veneto a Padova. Si prevede che, entro il 14/03/2011, data di scadenza del contratto, saranno prodotte 2.500 schede che saranno riversate nella Banca Dati Regionale.

Il progetto costituisce un esempio vituoso di collaborazione tra Enti appartenenti a Pubbliche Amministrazioni diverse per la stretta attività di coordinamento tra la Soprintendenza per i Beni Archeologichi del Veneto e gli uffici competenti della Regione, la Direzione Beni Culturali, per gli aspetti catalografici e contenutistici, e l'Unità Complessa Progetti Strategici e Politiche Comunitarie, beneficiaria diretta del finanziamento comunitario.

1-10 of 14